La tua moquette ha bisogno di una pulizia professionale?

Quando sarebbe meglio richiedere una pulizia professionale della moquette?

La pulizia della moquette non è necessaria solo quando si vedono macchie evidenti: ci sono altri dettagli e segnali che ti fanno capire che la moquette ha bisogno di una rinfrescata, magari da parte di un'impresa professionale.

Ci cammini con le scarpe

Le suole delle scarpe trasportano tutti i tipi di sporco, batteri e germi, che poi portiamo dentro casa.
Alcuni tipi di sporcizia risultano immediatamente visibili sulla moquette, ma batteri, parassiti e particelle più piccole non sono visibili a occhio nudo, e rimangono "annidati" nei peli della moquette.
Se è presente all'ingresso di casa o nelle zone di passaggio, e ci cammini sopra con le scarpe, allora il tuo pavimento ha sicuramente bisogno di essere pulito regolarmente.

Hai animali domestici

Cani e gatti fanno parte della famiglia? Anche gli animali domestici sono dei "veicoli" di batteri e sporcizia, soprattutto se trascorrono tempo all'aria aperta.
Se i tuoi animali hanno accesso alle stanze con la moquette, allora è certo che il pavimento ha bisogno di pulizia e igienizzazione frequente.

I tuoi sintomi di allergia peggiorano

Rispetto a un classico pavimento di piastrelle, la moquette attira e assorbe più polvere e più sporco al suo interno. Ciò la rende un terreno fertile per uno dei più grandi nemici di chi soffre di allergie, ossia l'acaro della polvere. Questo organismo si nutre di scaglie di pelle e sporco, e prolifera tra i tessuti che non vengono ben arieggiati e puliti.
I tuoi sintomi di allergia sono peggiorati di recente? Se è così, la tua moquette potrebbe essere diventata un accumulo malsano di polvere e acari.

C'è un odore sgradevole nella stanza interessata

Con il passare del tempo, se non correttamente igienizzata, l'accumulo della sporcizia porta alla formazione di odori, che lentamente si diffondono in tutta la stanza.
Spesso, quando i proprietari di case con moquette si rivolgono a noi, non associano il cattivo odore all'usura e alla poca pulizia del pavimento. E anche se la moquette viene rilevata come la causa, chi si occupa delle pulizie la pulisce semplicemente con degli spray (che spesso coprono solo l'odore, ma non hanno funzione detergente) oppure solo passando l'aspirapolvere.
In questi casi è tardi per ricorrere al fai-da-te: è fondamentale che della moquette se ne occupi uno specialista.

Come professionisti delle pulizie appartamenti Milano possiamo occuparci noi della pulizia della tua moquette; richiedi ora un preventivo!

Consigli di pulizia e manutenzione per chi prende in affitto un appartamento

Quando si prende un affitto un appartamento, l'inquilino si assume la responsabilità della casa temporaneamente affittata. Questo significa che l'appartamento deve essere regolarmente manutentato e soprattutto pulito

Per evitare che il padrone di casa trattenga la tua caparra a fine locazione, è necessario che l’appartamento, soprattutto se arredato, venga mantenuto ben pulito. Trascurare le pulizie potrebbe infatti portare a problemi ben più gravi della sporcizia e del disordine.
Se non hai tempo di occupartene, chiamaci o richiedi un preventivo! Saremo lieti di effettuare un sopralluogo e offrirti un servizio di pulizie appartamenti settimanale, ogni 14 giorni oppure a seconda delle tue esigenze.

Non trascurare il calcare

Se l'acqua della tua zona è molto calcarea, le gocce d'acqua devono essere rimosse immediatamente: dalla parete della doccia, schizzi sul pavimento, residui d'acqua sui rubinetti ecc.
Ciò che viene trascurato per mesi non può essere pulito in poche ore: una volta che gli strati di calce si sono depositati - sui rubinetti, sulle pareti della doccia ecc. - sono più difficili da rimuovere.

Non utilizzare detergenti aggressivi

Assicurati di utilizzare i giusti detergenti per le diverse superfici. Ad esempio, i pavimenti in legno devono essere curati e puliti in modo diverso rispetto alle superfici in cotto o in ceramica.
Assicurati di pulire i laminati e il parquet con poca acqua: non devono bagnarsi troppo o si "gonfieranno".

Il tuo appartamento arredato ha delle superfici in pietra naturale, come marmo e granito, o in altri materiali particolari che non sai che pulire? Meglio chiedere al padrone di casa, perché non dovresti assolutamente usare detergenti per bagno convenzionali, i quali contengono prodotti chimici troppo corrosivi, più adattati alla classica ceramica.

Fai controllare la caldaia e il condizionatore

L’inquilino è tenuto ad occuparsi della manutenzione ordinaria della caldaia, che è obbligatoria per legge ed ha come fine ultimo la garanzia della sicurezza. Deve essere fatta una verifica generale dell’apparecchio controllandone il bruciatore, i dispositivi di sicurezza, acqua, gas e fumi.
Ti consigliamo inoltre di effettuare periodicamente la pulizia dei condizionatori: non è obbligatorio per legge, ma La pulizia di questi apparecchi non è un’attività facoltativa, ma attenzione! I condizionatori, se non periodicamente puliti e sanificati, possono diventare un covo di batteri e germi che si annidano nel filtro e inquinano l’aria che respiriamo.

Pulisci e sblocca gli scarichi

Non dimenticare di pulire regolarmente gli scarichi, rimuovendo capelli, schiuma di sapone e sporco che si accumula. Altrimenti avrai bisogno di un costoso intervento idraulico per disotturarli!

Fai prendere aria ai locali

Un'aerazione regolare previene la formazione di muffe. Arieggia sempre dopo il bagno o la doccia, e fai prendere anche le altre stanze. Arieggia regolarmente, anche solo 10 minuti; durante la stagione invernale, fallo a riscaldamento spento. Ricorda inoltre che se, a causa dell'umidità accumulata, vi sia la necessità di dover tinteggiare di nuovo alcune stanze, questa spesa è a tuo carico.
La muffa è una cosa seria: in caso compaia spesso, ti consigliamo di contattare il tuo padrone di casa il prima possibile!

Come professionisti delle pulizie appartamenti Milano possiamo occuparci noi delle pulizie periodiche del tuo appartamento in affitto; richiedi ora una quotazione!

Pulizia casa: consigli contro la muffa

La muffa non è solo un "fatto di igiene": è soprattutto un problema di salute!

La muffa si sviluppa solo quando c'è umidità sufficiente. Potresti pensare che a generarla sia solo la doccia o il cucinare, ma per fare un esempio, le piante d'appartamento e le persone stesse producono anche circa 5 litri di liquido al giorno, sotto forma di umidità che si disperde nell'aria.
L'umidità, e la muffa che essa genera, possono diventare un vero problema se non tieni a mente alcuni fatti chiave.

Perché rimuovere la muffa in casa è così importante?

Prima di tutto, è importante per la salute. La muffa è composta da spore invisibili che possono fluttuare nell'aria e penetrare nelle vie respiratorie. Una volta inalate, queste spore possono causare allergie e portare a problemi di salute più o meno gravi, soprattutto nei soggetti predisposti.

A lungo andare, l'umidità nelle pareti provoca inoltre un degrado crescente delle pareti esterne ed interne, portando anche a danni strutturali.
Non puoi permetterti che diventi una situazione irreparabile! Ecco i nostri "angeli della casa" sono formati e hanno esperienza nel trattare anche queste problematiche.

Cosa puoi fare per prevenire la formazione di muffe in casa?

Devi rimuovere dall'aria l'umidità in eccesso, con una corretta ventilazione giornaliera e che tenga conto delle stagioni.
Per ventilare la casa in inverno, quanto non è possibile lasciare la finestra aperta per ore, devi spegnere temporaneamente il riscaldamento e aprire tutte le finestre solo per 20 minuti.
In estate, quando le temperature di solito lo permettono, puoi tenere sempre una finestra leggermente aperta per garantire un ricambio d'aria continuo.
Ricorda: la ventilazione è particolarmente importante anche dopo il bagno/la doccia e dopo aver cucinato.
Puoi anche usare uno o più deumidificatore, che assorbe l'umidità grazie ad uno speciale granulato che contiene al suo interno.

Se il danno da muffa è molto esteso sulla parete, è necessario rivolgersi ad un'impresa di pulizie professionale.
Le piccole macchie invece possono essere pulite con successo con un panno umido imbevuto di aceto, oppure con una soluzione contenente alcol tra il 60% e il 70%.
Quando rimuovi la muffa nell'appartamento, proteggi le vie respiratorie con una mascherina ed evita il contatto diretto con la pelle, indossando guanti e indumenti protettivi. Il panno che utilizzerai per la pulizia deve essere riposto con cura nei rifiuti per evitare la dispersione della muffa oppure deve essere sterilizzato.

Un professionista delle pulizie appartamenti Milano sarà in grado di eliminare definitivamente la muffa dalla tua casa senza rovinarne le pareti e senza mettere in pericolo la tua salute; richiedi ora una quotazione!

Pulizia appartamento: elimina queste cattive abitudini!

Non mettere a rischio l'efficienza delle tue pulizie con queste cattive abitudini!

Ebbene sì, ci sono delle abitudini scorrette che possono mettere a rischio l’efficienza delle tue faccende domestiche e costringerti a dedicare più tempo alle pulizie del tuo appartamento.
Usare troppi detergenti, non fare manutenzione agli apparecchi che usi per pulire, oppure rimandare e trascurare il riordino sono solo alcune di queste…
Ecco quali cattive abitudini dovresti evitare per rendere più efficienti le tue pulizie!

Usare troppi prodotti per la pulizia

Molte persone pensano che usare più detergente rispetto alla dose consigliata, possa rendere i pavimenti o i vestiti più puliti e profumati, ma in realtà è esattamente il contrario.
Tralasciando l’aspetto ecologico (comunque altrettanto importante), se ad esempio usi troppo detersivo per i vestiti o per i piatti, è molto probabile che l’eccesso di prodotto non verrà risciacquato completamente dal ciclo di lavaggio, lasciando rimasugli di detersivi.
La stessa cosa vale quando lavi i pavimenti, che a causa del troppo detergente, nonostante la pulizia potrebbero rimanere “appiccicosi” e attirare così ancora più sporcizia.
Ecco perché dovresti leggere le indicazioni e utilizzare la quantità consigliata (o anche un po' meno).

Non effettuare pulizia e manutenzione degli apparecchi

Come puoi aspettarti un risultato ottimale se la tua lavatrice o il tuo aspirapolvere sono sporchi? Se i tuoi vestiti puzzano, è molto probabile che la tua lavatrice abbia bisogno di un ciclo di pulizia. Se il serbatoio dell'aspirapolvere è pieno o non hai pulito correttamente il filtro, la sua capacità di aspirazione sarà compromessa. Se la tua lavastoviglie è sporca, non sarà in grado di pulire correttamente piatti, pentole e bicchieri.
Ricorda inoltre di sostituire a cadenza periodica scope, spugne, spolverini e strofinacci, oppure di pulirli correttamente in quanto sono un ricettacolo di germi e batteri.

Lasciare i piatti sporchi nel lavandino

Ti capita spesso di lasciare i piatti sporchi nel lavandino, magari dopo cena? Non farlo più! Sono il luogo perfetto per la proliferazione di batteri. E potrebbero anche attirare insetti.
Metti subito i piatti in lavastoviglie o lavali immediatamente.

Accumulare cibo nel frigorifero

Fa’ sempre attenzione a non sprecare il cibo, ma se sai già che non consumerai quegli avanzi, non lasciarli inutilmente in frigorifero e gettali. Il cibo conservato in modo improprio favorisce la crescita di muffe e batteri; inoltre riempire troppo il frigorifero ne compromette il buon funzionamento e potrebbe rendere meno efficace la conservazione dei cibi al suo interno!

Spolverare per ultimo durante la pulizia

Un modo ottimale di effettuare le pulizie è partire dall'alto e procedere verso il basso: inizia quindi a pulire i mobili dalla cima, in modo che l’eventuale sporcizia cada sul pavimento per essere in seguito aspirata. Procedendo all’inverso ti ritroverai i pavimenti già impolverati subito dopo averli puliti.

Non far asciugare correttamente accappatoi e asciugamani

Se non stendi accappatoi e asciugamani dopo averli usati, non solo avranno un cattivo odore quando li riutilizzerai, ma potrebbero causare l’insorgenza di muffe in bagno.
Appendili in modo accurato per farli asciugare il prima possibile, e arieggia il locale dopo aver fatto il bagno o la doccia; in questo modo potrai riutilizzarli più volte e alleggerire i carichi di biancheria.

Un professionista delle pulizie appartamenti Milano sarà in grado di pulire la tua casa senza fare errori; richiedi ora una quotazione!

Pulizia appartamenti Milano: assumere un professionista

Non importa quanto tempo dedichi alle faccende di casa e al riordino... Sembra che non basti mai!
Passi intere giornate a pulire e a sistemare il tuo appartamento, ma il disordine e la sporcizia sono sempre dietro l'angolo.
C'è sempre qualcosa da fare: pulire i ripiani, lavare i pavimenti, la vasca, i lavandini, i servizi igienici, poi ci sono i piatti da lavare, il bucato da stendere... Cerchi di stare al passo con tutto, ma a volte è difficile trovare il tempo quando sei impegnato dal lavoro e dalla famiglia. A volte hai solo bisogno di un po' di tempo per te stesso/a!
Se quindi hai pensato di farti aiutare ed assumere un professionista delle pulizie, ma non sei sicuro di come gestirlo, ecco alcuni suggerimenti utili.

Richiedi un preventivo dettagliato

Assicurati di sapere quale sia il costo che l'addetto alle pulizie applica e quali attività sono comprese in quella tariffa. Spesso possono esserci costi aggiuntivi per elementi come: pulizia dei vetri, pulizia dell'interno del frigorifero, pulizia dell'interno degli scaffali, pulizia dei soffitti particolarmente alti ecc.

Decidi chi assumere

Qualunque squadra per le pulizie tu assuma, è importante che tu ti senta a tuo agio con loro e che tu sappia cosa otterrai dal preventivo conteggiato. Potrebbe essere utile parlare con loro prima di partire con i lavori: fai le domande che reputi opportune ed eventualmente chiedi le referenze dei loro clienti precedenti.

Digli cosa vuoi pulire e con quale frequenza

Quando, nel giorno concordato, arriveranno gli addetti alle pulizie, passa in rassegna insieme a loro tutti gli elementi di cui si occuperanno: puoi guidarli attraverso casa tua e mostrare loro tutto ciò che richiede un'attenzione e una cura speciale. Puoi anche chiedere loro quali strumenti per la pulizia e quali prodotti utilizzeranno.

Assumere un professionista è un'ottima opzione per avere più tempo per te stesso/a da dedicare ai tuoi hobby e alla tua famiglia, avendo comunque di una casa pulita e ordinata.

Se vuoi affidarti ad un'impresa di pulizie appartamenti Milano per pulire la tua casa in modo professionale, richiedi una quotazione!

6 cose in cucina che forse hai dimenticato di pulire

Quando puliamo la cucina, di solito ci occupiamo delle superfici e degli oggetti che usiamo più frequentemente: il tavolo, i fornelli, il bancone, il lavandino, il pavimento… Ci sono però alcuni elementi che molto probabilmente hai trascurato, e che avrebbero bisogno di una pulizia più o meno frequente.
Ecco quali!

Lavastoviglie

Anche la lavastoviglie ha bisogno di una pulizia periodica: una lavastoviglie sporca infatti potrebbe compromettere la buona detersione dei piatti. Puoi utilizzare i prodotti dedicati, da far agire a carico vuoto oppure provare con l'aceto bianco. Metti una ciotola o una tazza lavabile in lavastoviglie con aceto bianco nel cestello superiore ed esegui un ciclo normale senza detersivo o stoviglie.

Microonde

Riempi una ciotola adatta al microonde con acqua e detersivo per piatti e mettila nel microonde. Lascialo agire per 1 minuto ad alta temperatura o finché non emette vapore. Rimuovi la ciotola e usa una spugna per pulire l'interno del microonde. Non dimenticare di pulire anche lo sportello. Quando effettui questi passaggi manuali, ricordati per sicurezza di staccare la spina.

Pattumiera

I bidoni della spazzatura che si tengono di solito sotto il lavandino, possono contenere odori, liquidi e residui dei rifiuti, soprattutto quello dell’umido e dell’indifferenziata. Dentro al bidone vuoto, puoi spruzzare con un flacone spray, un po' di aceto oppure dell'acqua calda con del detersivo per piatti. Se ci sono delle macchie incrostate, potrebbe essere necessario utilizzare una spugna abrasiva. Sciacqua il cestino e asciugarlo.

Spugne

Immergi la spugna nell'acqua, strizza l'umidità in eccesso e cuocila nel microonde per un minuto. Tienila d'occhio per assicurarti di non bruciarla. In alternativa, puoi metterla in lavastoviglie sul cestello superiore. Ricorda comunque che le spugne vanno sostituite ogni 2-3 settimane.

Bollitore e/o macchina del caffè

Per la macchina del caffè è importante pulire periodicamente la parte del filtro e occuparsi della decalcificazione ogni volta che viene richiesto dall’apparecchio; in questo caso consigliamo sempre di seguire le istruzioni del produttore.
Nel caso del bollitore, ti consigliamo di decalcificarlo tutte le volte che noti una patina bianca sul fondo dell’apparecchio. Esistono dei prodotti specifici, ma se preferisci usare qualcosa di naturale, puoi provare a utilizzare il succo di limone, lasciandolo agire per almeno 30 minuti.

Portaposate

Pulisci le tue posate ogni volta che le usi, ma con che frequenza pulisci il vassoio in cui le riponi? Almeno una volta al mese, rimuovi tutte le posate e aspira eventuali briciole con un piccolo aspirapolvere. Lavalo con acqua calda e sapone e asciugalo bene prima di riporlo.

Cerchi un'impresa di pulizie Milano per pulire la tua cucina in modo professionale? Richiedi un preventivo!

5 consigli per dedicare meno tempo alla pulizia

A chi piace pulire casa?...

Anche se magari ci dedichiamo alle faccende con attenzione e cura, ammettiamolo, non è un’attività divertente e spesso per farle, dobbiamo sacrificare un po’ del nostro tempo libero.
Con alcuni accorgimenti, è però possibile risparmiare tempo e ottimizzare il modo in cui puliamo: così possiamo finire prima e dedicarci ai nostri hobby!

Noi di Pulizia Appartamenti Milano ci occupiamo di pulizie appartamenti da più di 20 anni: sappiamo bene come ottimizzare i metodi e i tempi per ottenere una pulizia approfondita.

Ecco quindi 5 consigli per dedicare meno tempo alla pulizia:

1) Uno dei modi più semplici per risparmiare tempo per le pulizia è farne un po' ogni giorno. Sembra banale, ma dedicando anche solo 10-15 minuti al giorno per pulire e tenere in ordine, può davvero farti risparmiare tempo e fatica durante le “grandi pulizie” del weekend, perché non dovrai occuparti del disordine e della sporcizia dell’intera settimana.

2) Fai le polveri prima di passare l’aspirapolvere, procedendo quindi dall’alto verso il basso. Man mano che spolveri, è normale che sporco e polvere cadranno sui ripiani inferiori e sul pavimento. Inizia quindi le pulizia spolverando mobili e oggetti; una volta terminato questo passaggio, puoi procedere a passare l'aspirapolvere e lo straccio sui pavimenti.

3) Usa panni di microfibra con effetto elettrostatico o leggermente inumiditi. In questo modo non sposterai semplicemente la polvere ma ne raccoglierai la maggior parte, prima dell’aspirazione dei pavimenti, e non rovinerai i mobili né lascerai strisce di umidità sulle superfici.

4) In cucina e in bagno, fai una veloce pulizia subito dopo l’utilizzo quotidiano.
Pulisci subito le fuoriuscite sul piano di cottura, in modo che le macchie non si incrostino e diventino più difficili da eliminare. Assicurati di togliere ogni giorno la schiuma di sapone o il dentifricio sul lavandino del bagno, e pulisci il vetro della doccia dagli schizzi d’acqua.
Puoi tenere un panno vicino al lavandino, un piccolo tergivetro in doccia per evitare l’accumulo del calcare; puoi comprare un aspirabriciole per la veloce pulizia quotidiana del tavolo e della cucina.

5) Mantieni il più possibile la casa ordinata. Sappiamo bene che questo è il passaggio più difficile, ma spesso l'attività che porta via più tempo è il riordino necessario da fare prima di poter passare l’aspirapolvere.

Se i nostri consigli su come risparmiare tempo nella pulizia del tuo appartamento ti sono piaciuti e sei interessato/a ai nostri servizi, puoi chiedere un preventivo senza impegno, cliccando qui.

Pulizie appartamenti: cosa incide sul preventivo

Le imprese di pulizia professionali hanno una soluzione per qualunque tipologia di sporcizia, ma spesso il prezzo è il criterio principale che il cliente valuta quando confronta le varie offerte presenti sul mercato.
La forbice di prezzi è ampia perché nel calcolo del costo totale del servizio vengono presi in considerazione molti fattori. Da cosa può dipendere il costo dei servizi di pulizia appartamenti? Vediamo i principali.

Quali fattori influenzano il costo del servizio pulizia appartamenti?

Pulizia appartamenti: tipo di offerta

La voce principale di un preventivo per pulizie appartamenti è costituita dai vari servizi che l'impresa andrà a fare nell'abitazione. Il listino prezzi può includere ad esempio:
✔ Lavaggio pavimenti
✔ Spolveratura mobili, soprammobili e battiscopa
✔ Pulizia vetri
✔ Lavaggio balconi, verande e ringhiere
✔ Pulizia cucina ed elettrodomestici
✔ Pulizia infissi e termosifoni
✔ Lavaggio lampade e lampadari
✔ Pulizia bagno e igienizzazione piastrelle e sanitari
✔ Pulizia camere e rifacimento letti

L'impresa di pulizie e il cliente determinano quindi la frequenza e l'ora in cui devono essere eseguiti i lavori. I clienti possono scegliere tra:
- pulizia regolare: può avvenire ogni giorno, a giorni alterni oppure una volta a settimana; il lavoro viene svolto sempre concordando prima l'orario. Questo tipo di servizio è richiesto principalmente da clienti ​​che desiderano un servizio ben pianificato e continuo.
- pulizia una tantum: servizio adatto a chi cerca un'impresa di pulizie che intervenga, ad esempio, in seguito a una ristrutturazione o dopo un trasloco. I servizi una tantum di solito sono più costosi di quelli che vengono eseguiti regolarmente.

Prodotti per la pulizia

Un altro fattore che impresa di pulizie e cliente devono concordare, e che influenza il costo finale del servizio, è quello dei prodotti per la pulizia. Se l'impresa di pulizie si occupa della fornitura, il costo dei prodotti utilizzati dovrà di conseguenza essere aggiunto al preventivo.

Area della stanza

L'impresa di pulizie tiene conto delle dimensioni dei vari locali in cui verranno eseguiti i lavori di pulizia nel determinare il prezzo del servizio. Ogni azienda ha dei prezzi al metro quadro predeterminati e quindi il cliente può subito calcolare quanto costerà il servizio.
Più grande è l'area da trattare, più detergenti devono essere utilizzati, maggiore è l'uso di attrezzature professionali e, di solito, l'impiego di più persone per la pulizia.

Posizione della casa

Alcune imprese di pulizia aggiungono i costi di spostamento nella creazione dell'offerta di prezzo. Ad esempio, se un'impresa di pulizie Milano riceve una richiesta di lavoro fuori città, potrebbe includere le spese di viaggio nel preventivo. Per questo motivo, il cliente dovrebbe cercare un'azienda vicino alla sua abitazione, per risparmiare questa voce del preventivo.

Pulizia appartamenti: in conclusione

Con questo articolo hai capito quali fattori incidono maggiormente sul prezzo del servizio di pulizia appartamenti. Il preventivo viene personalizzato per ogni cliente, a seconda delle dimensioni dell'appartamento e dei servizi richiesti.

Eliminare la polvere in casa: ecco alcuni consigli

Chi vive in una grande città lo sa bene: eliminare la polvere comporta sempre un gran bel problema. Spesso si perdono intere giornate passando panni e ramazza con il risultato che il giorno dopo ci si ritrova punto e a capo. Se, infatti, nelle case di campagna si accumula prevalentemente terriccio, quando ci si dedica alla pulizia appartamenti a Milano, Monza o altre grandi città quello che si deposita è una persistente polvere grigia. Quello che comunemente consideriamo smog è in realtà un insieme di polveri sottili che, oltre a sporcare, rischiano di essere nocive per la salute.

Ecco allora qualche consiglio per l'eliminazione della polvere dalla propria casa.

Come eliminare la polvere

Eliminare la polvere non è impresa semplice ma con qualche accorgimento si risparmierà un po' di tempo:

Procedere con ordine

Per quanto possa sembrare che la polvere sia volatile, quando si procede con la pulizia è bene tenere a mente che essa ha invece un suo peso. Poiché tende a cadere dall'alto verso il basso, è esattamente in quest'ordine che bisogna procedere. È importante dunque iniziare dagli infissi e le cornici delle porte, procedere con gli armadi e i ripiani alti scendendo via via su quelli più bassi per arrivare, infine, al pavimento.

Usare prodotti e attrezzi giusti

Per eliminare la polvere è importante che gli attrezzi e i prodotti scelti siano adeguati. Utilizzare una scopa ed un semplice panno di cotone, infatti, potrebbe non far altro che sollevare lo sporco portandolo da una parte all'altra. Col risultato che, quando si sarà posato nuovamente, la casa sarà sporca esattamente come prima. Il consiglio dunque è quello di utilizzare un aspirapolvere, dei panni elettrostatici e uno spray cattura polvere da spruzzare sul panno stesso.

Fare attenzione agli angoli nascosti

Sicuramente, quando si procede all'eliminazione della polvere, ci sono alcuni antagonisti come materassi, tende, piumoni, tappeti ed altri tessuti d'arredo. Per questi l'unico consiglio è di effettuare una corretta manutenzione lavandoli spesso affinché non accumulino polvere. Tuttavia ci sono alcune zone alle quali si tende a non far caso ma che rappresentano un ambiente ideale per la formazione della polvere, come ad esempio i termosifoni, le stufe e le bocchette dell'aria. È bene dunque prestare particolare attenzione a queste zone.

Ridurre le vie d'entrata

Aprire spesso le finestre è molto importante e durante quest'operazione della polvere entrerà. Quando le finestre sono chiuse, però, è importante fare in modo che non restino aperti spiragli così che non entri più polvere del necessario. È bene dunque fare attenzione che le finestre siano ben aderenti agli infissi e che non vi siano particolari correnti che potrebbero trascinare in casa lo sporco proveniente dall'esterno.

Cerchi un'impresa di pulizie per eliminare la polvere in modo professionale?

Scopri tutti i nostri servizi in dettaglio oppure richiedi un preventivo

Pulizia appartamenti: gli errori da evitare

Pulire una casa può sembrare facile. Lo fanno tutti, ogni giorno. Ma siamo sicuri di farlo nella maniera giusta? Ecco a voi una rapida guida per scoprire quali sono gli errori da evitare.

Per un ambiente sano e igienizzato

Quando ci si dedica alle pulizie domestiche, spesso si sottovaluta il lavoro. Il rischio è di commettere errori banali che vadano a vanificare la nostra fatica. Bastano però alcuni accorgimenti per essere certi di raggiungere un buon risultato. Per un esito perfetto, invece, è necessario affidarsi a dei professionisti della pulizia, come i nostri Smart Cleaners. Intanto, in attesa del nostro intervento, vi diamo qualche consiglio su come mantenere in ordine la vostra casa, e quali sono gli errori da evitare più comuni.

Se siete interessati, potete chiedere subito un preventivo senza impegno cliccando qui.

Gli errori più comuni

La casa è il luogo nel quale trascorriamo il nostro tempo libero e ci riposiamo. Tornare a casa e trovare un ambiente pulito e igienizzato è sicuramente un buon inizio. La pulizia della nostra casa gioverà alla salute, all’umore e al benessere mentale di chi ci vive o viene a farci visita. Per assicurarci che le pulizie siano fatte nel modo giusto, vi diamo un breve assaggio degli errori da evitare:

I consigli dei nostri esperti

Vediamo ora nel dettaglio i quattro punti in esame: perché iniziare le pulizie partendo dal basso è sbagliato? Perché la polvere e la sporcizia depositata in alto, su mobili e infissi, vanificherebbe il vostro lavoro. È sempre bene partire dall’alto e andare verso il basso per evitare di fare più lavoro di quanto ne sia necessario.

Punto secondo: l’uso di detergenti economici può far bene alle tasche, ma non alla nostra casa. Oltre a non garantire un’igiene perfetta, c’è il rischio che detergenti sbagliati rovinino i nostri oggetti e i nostri pavimenti. Consigliamo sempre l’uso di detergenti di buona qualità.

Veniamo ora al punto tre: cambiare spesso stracci e spugne. L’uso di stracci e spugne vecchie è pericoloso per l’ambiente in quanto, dopo un uso prolungato, diventano un ricettacolo di germi e batteri. È quindi bene averne una scorta e cambiare spugne e stracci spesso.

L’ultimo consiglio, invece, riguarda la manutenzione degli elettrodomestici. Una corretta manutenzione dei nostri strumenti di pulizia, come l’aspirapolvere o la scopa elettrica, ci consente un’igienizzazione più profonda della casa, una maggiora efficienza, una vita più lunga per l’elettrodomestico e un risparmio energico non indifferente.

Se i nostri consigli sugli errori da evitare vi sono piaciuti e siete interessati ai nostri servizi, potete chiede subito un preventivo senza impegno, cliccando qui.

Call Now ButtonCHIAMA ORA
Trustpilot